L’Italia senza la Sicilia non lascia alcuna immagine nell’anima. Qui è la chiave di tutto   (Goethe)

HomePage

Data la profonda influenza, in questa parte della Sicilia, del mondo greco sul successivo mondo latino, il Presidio Aretè di Siracusa si propone:

1) di valorizzare il patrimonio culturale greco-latino dell’antica Syracusae costituendo una rete di relazioni con Palazzolo Acreide, Lentini e altri centri del territorio disponibili ad aderire

2) di avvicinare i giovani studenti di ogni ordine e grado alla scoperta, riscoperta ed attualizzazione del mondo latino, neolatino e umanistico in tutte le sue forme: artistico, poetico, letterario, linguistico, musicale e così via.

3) di stabilire legami e scambi di esperienze, basati sul comune interesse per la cultura umanistica, tra i giovani studenti e gli adulti ma anche i simpatizzanti.

4) di relazionarsi con gli altri presidi CLE per scambiare esperienze, saperi ed iniziative culturali.

5) In particolare il Presidio Cle Aretè (ἀρετή) di Siracusa si propone, in questo momento di relativismo culturale, di forti spinte omologanti, di riscoprire un’idea di Bellezza condivisa, in quanto tale idea, promanando dal mondo greco e attraversando i secoli, possa diventare criterio per attualizzarla, adattandola al tempo presente e al futuro che possiamo ipotizzare, perché sappiamo che gutta cavat lapidem. Sappiamo anche che senza la bellezza la vita umana è vuota ed malinconica.

6) Inoltre, data la centralità nel Mediterraneo del punto CLE Aretè di Siracusa nonché la millenaria storia della zona si faciliteranno scambi culturali con altre Nazioni per favorire progetti di pace e convivenza civile tra i popoli.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi